IL PROSCIUTTO
NELL’ARIA DEL PARCO NAZIONALE

La produzione del Prosciutto San Nicola avviene nei pressi del Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano nella provincia di Parma, appartato sotto lo scenario naturale del crinale con faggete e castagneti a 45 chilometri dal Mar Ligure.

Questo angolo di Appennino è luogo ideale per la stagionatura del Prosciutto di Parma grazie al clima e al vento marino, elemento invisibile ma insostituibile per la produzione del Crudo di Parma.

Come testimonia per primo il Consorzio, il vento marino è l’elemento invisibile ma insostituibile per la riuscita del migliore crudo di Parma, ieri come oggi ed è il motivo per cui il Prosciutto di Parma è produzione esclusiva del territorio parmense sud, rivolto al mare, e non del versante nord, umido e ideale per le altre specialità dei salumi locali. La brezza di questo vento marino, così prezioso per la maturazione dei prodotti, arriva direttamente alle mura dello stabilimento.

In tal senso, il prosciuttificio fu appositamente progettato in senso trasversale alla vallata del torrente Parma per beneficiare del transito mattutino e serale delle brezze, che mantengono lo stabilimento continuamente arieggiato.

Il Prosciuttificio San Nicola è ideato, progettato e strutturato per accogliere al meglio le caratteristiche e gli elementi naturali di questa “Zona Tipica”.

La combinazione di locazione geografica e orientamento strutturale rifornisce quindi il Prosciuttificio San Nicola di un apporto climatico unico. Per impiegare al meglio il contributo speciale del clima, lo stabilimento si è dotato di tecnologia entalpica per poter sfruttare direttamente l’aria naturale, in accordo alle sue caratteristiche momentanee, in modo completamente automatico. Quando la stazione meteo dello del prosciuttificio lo determina, l’immissione di aria trattata cessa, a favore dell’aria ambientale in cui è immerso lo stabilimento.

Logo PARCO NAZIONALE TOSCO EMILIANO, San Nicola Prosciuttificio

Da qui nasce la collaborazione con il Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano per la promozione di questo bellissimo territorio e i suoi prodotti.

Il Parco Nazionale Appennino Tosco-Emiliano è un Parco tra Europa e Mediterraneo che si innalza tra il Mare di Toscana e la pianura dell’Emilia.

Il Parco Nazionale respira le arie dell’Europa e quelle del Mediterraneo attraversato dal Crinale, un sentiero che corre sul filo dei 2000 metri sospeso tra due mondi che nelle 4 stagioni cambiano, ribaltano e rigenerano i colori, le emozioni, i profumi e le prospettive. Si concentra qui gran parte della biodiversità italiana favorita dalla contiguità della zone climatiche europea e mediterranea.

Dal 2015 l’Appennino Tosco-Emiliano è riconosciuta Riserva Mab Unesco caratterizzata da una particolarità unica: l’essere un punto focale della frontiera climatica euromediterranea.
Questa caratteristica ha determinato, insieme all’eredità geologica e ad altri fattori, l’impostarsi di un complesso mosaico ecologico e culturale, a sua volta base del paesaggio.